Come Effettuare Una Transazione Ethereum Sicura

In questo articolo vedremo come effettuare una transazione Ethereum sicura. Sebbene rari, ci sono state diverse storie horror di utenti che hanno perso migliaia di dollari in Etherum dovuto alla  scarsa diligenza.

Ecco alcuni degli elementi chiave da verificare quando si effettua una transazione di una somma significativa.

Copia e incolla l’indirizzo

Non digitare mai manualmente l’indirizzo di un portafoglio.

Gli indirizzi sono lunghi e sensibili alle maiuscole e minuscole, un singolo errore comporterà la perdita dei fondi per sempre.

Non è previsto alcun addebito o numero di assistenza clienti su Ethereum.

Controlla la commissione di transazione e l’indirizzo

Un buon portafoglio Ethereum ti mostrerà la commissione calcolata in dollari e centesimi. Controlla sempre che la commissione di transazione sia ragionevole.

Una volta che hai copiato e incollato l’indirizzo a cui desideri inviare o ricevere Ether, controllalo più e più volte finché non sei certo che sia corretto.

Guardando il primo e l’ultimo numero di lettere / numeri assicurati che sia stato incollato correttamente.

Un buon software di portafoglio confermerà anche l’indirizzo che stai inviando o ricevendo. Ciò riduce il rischio che il malware intercetti e sostituisca l’indirizzo inserito.

Inoltre, una delle forze trainanti dietro l’adozione di Ethereum sono le basse commissioni di transazione.

Non c’è nulla di male nell’invio di una quantità trascurabile di Ether per testare la tua comprensione del processo e che tutti i dettagli sono corretti. Ciò garantirà che tutto vada liscio quando si inviano quantità maggiori.

Assicurare Ethereum: un semplice modo

Questa sezione della guida intende semplificare il processo di protezione di Ethereum per utenti non tecnici. Questo metodo di sicurezza consegna la gestione allo scambio con il quale hai acquistato Etherum.

In questo caso, gli utenti possono proteggere il loro Ethereum appena acquistato lasciandolo nel loro portafoglio nello scambio stesso.

Questo introduce alcuni rischi, incluso il rischio della piattaforma (la piattaforma potrebbe fallire come si è visto prima con lo scambio MtGox Bitcoin) così come il rischio di furto digitale, come è stato osservato con Bitfinex.

In definitiva, alcuni utenti scelgono di proteggere grandi somme di Ether lasciandolo in uno scambio, ma così facendo rinunciano alla loro capacità di controllare e garantire la sua sicurezza. La decisione di farlo è personale: quanto ti fidi dello scambio e quanto sei disposto a lasciare nelle mani di tale scambio?

Mentre è improbabile che le tue monete vengano rubate, o che la piattaforma diventi insolvente, è una possibilità reale che dovrebbe essere spiegata.

Una nota sugli scambi

La sicurezza di Ether su uno scambio è un approccio legittimo alla sicurezza, in particolare se i fondi archiviati sono di dimensioni relativamente ridotte rispetto al portafoglio complessivo di un investitore. Tuttavia, quando si memorizzano monete in una borsa, non si possiede la chiave privata.

In sostanza, hai trasferito la responsabilità del tuo Ether allo scambio. Gli scambi non sono la stessa cosa di una banca e non si applicano gli stessi regolamenti finanziari. Insolvenza o furto possono comportare la perdita di fondi.

La protezione di Ether è un passaggio fondamentale per garantire che il tuo investimento sia sicuro. A differenza di molti paesi sviluppati, le banche non proteggeranno i tuoi criptoasset come proteggono i tuoi soldi.

Come accennato, investire in criptovalute in implacabile, sicuro Ether è fondamentale. Coloro che cercano un’opzione di sicurezza più semplice affidando questa gestione a una terza parte possono vedere la sezione precedente.

Protezione di Ethereum tramite un portafoglio hardware

I portafogli hardware sono uno dei modi più sicuri per proteggere il tuo Etherum. I portafogli hardware generano e memorizzano la chiave privata offline, e in nessun momento la chiave privata viene esposta al dispositivo connesso (PC).

Conservare le tue monete offline in questo modo riduce il rischio di furto digitale, uno dei vettori di attacco più comuni per i possessori di criptoasset. Come per gli altri portafogli Ethereum, al momento della creazione viene fornito un seme di ripristino e viene scelto un PIN per garantire l’accesso al dispositivo stesso.

È il PIN e il seed di ripristino che devono quindi essere protetti in modo estremamente efficace, in quanto l’accesso da parte di un utente malintenzionato può comportare la perdita di fondi. Un’ulteriore protezione può anche essere presa sotto forma di autenticazione a 2 fattori e portafogli multi-firma come discusso di seguito.

I due portafogli hardware più rispettati per Ethereum (e altri criptoassets) sono Trezor e il Ledger Nano S. Chi memorizza Ethereum su un dispositivo Trezor dovrà usarlo in combinazione con MyEtherWallet. Per questo motivo, molti utenti scelgono la facilità d’uso fornita con Ledger Nano S.

Ulteriori misure di sicurezza 

Sia che scegliate di conservare le vostre monete su uno scambio, portafogli desktop / mobile o portafoglio hardware, 2 Factor Authentication (2FA) è un livello di sicurezza aggiuntivo altamente raccomandato.

Il processo 2FA richiede che l’utente immetta una password unica (OTP) prima di poter accedere a un portafoglio o inviare Ether. Google Authenticator è una delle interfacce più popolari per 2FA ed è utilizzata da una gamma di portafogli Ethereum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *