Cos’è il Mining dei Bitcoin? Conviene Fare Mining di Bitcoin Online?

Mining di Bitcoin, come funziona?

Se sei nel mondo delle criptovalute da più di 15 secondi avrai sentito parlare (almeno qualche dozzina di volte) di una misteriosa pratica chiamata mining di Bitcoin.

Ma più nel concreto, di cosa si tratta?

Se è la prima volta che ne senti parlare ti consiglio di dare un’occhiata a questo articolo per scoprire qualcosa in più sul funzionamento delle criptovalute, se invece hai già qualche lettura alle spalle stai per addentrarti nel fantastico mondo del calcolo degli hash!

Se si paragona la rete dei Bitcoin ad un ristorante, si può dire che il mining sia la pratica che permette ai clienti di ottenere il piatto che hanno ordinato, mentre i miner (coloro che svolgono il mining), saranno i camerieri.

Praticamente si tratta di tutto quello che sta tra l’invio di monete da un wallet e l’inserimento nella Blockchain… Insomma la bassa manovalanza della rete di una criptovaluta.

Il mining non è un processo semplice, ma finché se ne occupano i computer, noi non dovremo svolgere nemmeno un’operazione… Però è bene sapere come funziona!

Lo scopo principale del mining è quello di verificare un blocco e quindi, di scovare un particolare valore associato ad esso che gli permetterà di entrare a far parte della Blockchain. Ogni volta che un blocco viene verificato o “minato”, il miner verrà ricompensato con una certa quantità di Bitcoin.

Il mining, però, è un processo costoso in termini di risorse (servono PC molto potenti per effettuare il mining), tempo ed energia elettrica; è necessario sottoporre i blocchi ad un controllo ferreo, dal momento che se tutti potessero aggiungere blocchi a loro piacimento, la Blockchain verrebbe probabilmente corrotta dopo qualche ora.

Essendo questo processo così costoso in termini energetici si parla addirittura di un problema di inquinamento legato al Bitcoin, purtroppo però, ad oggi il mining è l’unico metodo efficace a regolamentare il traffico delle transazioni.

Qualcuno esordirà dicendo: “Ma se ci sono molti miner, non c’è comunque il rischio che le transazioni siano tantissime e che la blockchain si rovini?”

No!

Il protocollo del Bitcoin è in grado di regolare un valore detto “difficoltà”; più aumentano le transazioni, più un blocco diventa difficile da minare, per come è stato progettato il Bitcoin, la difficoltà si regola per permettere di verificare un blocco ogni 10 minuti circa.

Ma quindi posso guadagnare Bitcoin col mining?

Sì (e no), per minare basta un PC, tuttavia, con un semplice computer casalingo il mining Bitcoin conviene solo a patto di avere un costo nullo per la corrente.

Se si tengono in considerazione spese elettriche ed usura delle componenti, il mining conviene solo se si costruiscono appositi computer dotati di moltissime schede grafiche (o GPU). Il mining infatti è molto più efficace sulle GPU rispetto che sui processori (CPU).

Se desideri comunque darti al mining di Bitcoin, puoi provare a collaborare all’interno di una pool, un sistema di collaborazione tra computer, per minare efficacemente, oppure puoi provare il bitcoin mining online con i servizi di cloud mining.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *