ico

Cosa sono le ICO e come comprarle – ICO Initial Coin Offering

ICO è l’acronimo di Initial Coin Offering, insomma l’offerta iniziale di una moneta che ancora deve vedere la luce del sole.

Con la Blockchain che giorno dopo giorno si afferma sempre di più come tecnologia (non sai di cosa parlo? Dai un’occhiata a questo articolo) e con lo sviluppo delle criptovalute principali, ogni società vuole accaparrarsi una fetta di successo creando la propria moneta.

Bhe, per creare queste monete ci sono dei costi da affrontare e quale scelta migliore del Crowdfunding per coprire questi costi?
Facendo due più due si arriva alle ICO: crowdfounding di progetti basati sulla Blockchain e finanzia
ti dagli investitori.

Io metto i soldi ma cosa ricevo? In cambio di un’offerta, si ricevono dei token, monete senza valore che, una volta uscita la criptovaluta finanziata saranno scambiabili (solitamente con un rapporto 1:1); il grande vantaggio delle ICO è che al momento dell’acquisto da parte di un finanziatore, queste non avranno un valore e verranno vendute a costi tendenzialmente molto bassi.

La speranza è quella di ottenere un guadagno molto alto (in tempi relativamente brevi) al momento della quotazione sugli exchange maggiori.

ICO – Trading, come funziona?

Sebbene possa essere interessante, il trading non è una pratica particolarmente sviluppata per quanto riguarda le ICO, di fatto, i token vengono emessi esclusivamente dalla società che ha creato la ICO e solo raramente questi raggiungono gli exchange (e si fermano a quelli di nicchia!).

Per scambiare i token o per scoprirne il valore che le monete avranno sul mercato, bisogna attendere che la moneta stessa possa essere ottenuta coi token e che almeno un exchange gli dia un valore.

Ad oggi è possibile comprare i token delle ICO principalmente attraverso piattaforme apposite raggiungibili attraverso il sito della società che li eroga.

È da tenere a mente che quello dei token è un mercato altamente instabile e che i prezzi sono decisamente molto volatili, è sconsigliato buttarsi a capofitto nell’acquisto di token senza prima conoscerne il progetto; anche in quel caso bisognerebbe investire esclusivamente se il progetto può sembrare valido.

Per sapere di più su una ICO è necessario leggere il whitepaper messo a disposizione sul sito ufficiale. Il whitepaper è un documento che parla del progetto e dove vengono spiegati, oltre che la tecnologia utilizzata, gli obiettivi da raggiungere.

I token acquistati spesso si basano sulla Blockchain di Ethereum e quindi sarà possibile conservarli in un qualunque wallet compatibile (leggi questo articolo per saperne di più).

Consigli per investire in ICO

Come anticipato le ICO possono offrire grandi guadagni o grandi delusioni ma in molti stanno utilizzando una tecnica tanto banale quanto efficace per guadagnare, questa si divide in pochi semplici passaggi:

– Leggere whitepaper dei progetti e scovare una decina di ICO interessanti
– Investire un decimo del capitale destinato agli investimenti in ognuno di questi progetti
– Riscuotere i token non appena disponibili
– Seguire le news e comprare o vendere token (quando possibile) se necessario

Così facendo è possibile avere una certa sicurezza sugli investimenti e con un po’ di fortuna si possono generare guadagni consistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *